MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA

La tecnologia MIPS è una dotazione ormai comune in tanti caschi presenti sul mercato. In questo articolo andremo a vedere come funziona e in che modo, nella sua semplicità, sia una soluzione salva-vita quasi indispensabile.

MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA fox helmet speedframe trail casco

CHE COS’è MIPS?

MIPS sta per Multi-directional Impact Protection System.
Oltre a essere il nome stesso dell’azienda con oltre 25 anni di ricerca e sviluppo, è un sistema di protezione del cranio che riduce gli impatti rotazionali. Queste tipologie di impatti possono essere più gravi degli impatti lineari.
Infatti quando si fa una caduta e si impatta con la testa a terra o contro un ostacolo è molto raro che ciò avvenga in maniera perfettamente perpendicolare. Anzi, molto di frequente ogni impatto crea una rotazione e tale rotazione è estremamente pericolosa.
Inoltre moltissimi traumi cerebrali si verificano non tanto per questo tipo di impatto ma a causa dei movimenti repentini del cervello all’interno della teca cranica.
Per questa ragione attualmente i caschi dotati di MIPS risultano superiori alla normativa CE EN 1078 poiché i test per superare questo standard contemplano solo l’energia cinetica trasmessa a seguito di un impatto lineare.

MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA

Come funziona MIPS?

MIPS funziona grazie a un sottile strato di materiale plastico a basso attrito brevettato posto tra la calotta in EPS del casco e l’imbottitura.
In caso di impatto, il MIPS si sposta all’interno del casco permettendo alla testa di ruotare di 10-15 millimetri rispetto alla calotta in EPS.
Questo movimento aiuta a ridurre e dissipare parte dell’impatto scaricato sulla testa e quindi sul cervello.

MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA bontrager quantum mips

Come è fatto MIPS?

MIPS, come detto sopra, è composto da una calotta in materiale plastico interposta tra l’imbottitura e la calotta in EPS del casco stesso.
Questo strato però
è attaccato al casco attraverso dei lacci elastici che lo rendono ben aderente al casco stesso.

Ciò implica che quando il casco viene indossato, esso avrà la solita calzata aderente e risulterà difficile da muovere, esattamente come se si indossasse un casco tradizionale della taglia giusta.
Il sistema però entra in funzione quando si riceve un impatto dato che il basso coefficiente di attrito permette al MIPS di far “scivolare” la testa all’interno del casco stesso deflettendo così l’impatto che quindi sarà distribuito su una superficie maggiore e quindi meno concentrato e pericoloso.

DIVERSE TIPOLOGIE DI MIPS Il marchio MIPS attualmente mette a disposizione diverse tipologie del loro sistema di sicurezza: - MIPS ESSENTIAL CORE: si tratta della soluzione più "economica" composta dallo strato a basso coefficiente di attrito e dai lacci di fissaggio elastici. - MIPS EVOLVE CORE: E' attualmente la soluzione più diffusa che presenta un design simile al Essential Core ma con ventilazione ed ergonomia migliorate. - MIPS AIR NODE: è il più leggero dei sistemi attualmente in produzione ed è stato sviluppato per offrire le caratteristiche di MIPS senza avere aggravi di peso considerevoli. E' la soluzione più diffusa sui caschi da bici da corsa. - MIPS INTEGRA: Si tratta di una "famiglia di prodotti" progettati per essere completamente integrati all'interno del casco o all'interno della calotta (Integra, Integra Split e Integra Fuse) o dell'imbottitura (Integra TX). Queste soluzioni sono quelle più difficili da trovare sul mercato ma che offrono anche la migliore ergonomia poiché permettono al produttore di lavorare con maggior libertà sulle imbottiture del casco. MIPS TI PUÒ SALVARE LA VITA, LO DICE LA SCIENZA Esistono diversi studi che hanno dimostrato che MIPS può essere efficace nel ridurre le lesioni cerebrali causate da impatti rotazionali. In particolare, questa ricerca (qui trovate il link alla pubblicazione su PubMed) che ha preso a campione 1658 ciclisti coinvolti in incidenti stradali ha evidenziato come il rischio di subire lesioni cerebrali fosse inferiore del 40% rispetto a chi indossava un casco non dotato di MIPS. Un altro studio (qui il link alla pubblicazione su PubMed), incentrato invece sugli incidenti che avvengono sulle piste da sci, ha evidenziato come il rischio di danni da traumi cerebrali di tipo rotazionale venga ridotto del 35% e il sistema non aumenti il rischio per altre tipologie di traumi. Queste ricerche sono solo degli esempi e un'altra prova importante della qualità e dell'efficacia di MIPS risiede anche nella scelta da parte di centinaia di marchi di applicare questa tecnologia a molti dei loro caschi in tantissime discipline e in moltissimi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) utilizzati in ambienti di lavoro pericolosi. QUALI SONO GLI SVANTAGGI DI MIPS? I caschi dotati di tecnologia MIPS hanno davvero pochi svantaggi, legati principalmente a una potenziale minore traspirazione del casco e a un aggravio di peso di pochi grammi. Per quanto riguarda il costo invece, un casco MIPS può costare fino a 100 euro in più rispetto a un casco normale ma niente paura! Infatti attualmente il mercato offre una vasta scelta di marchi e modelli che adottano questa tecnologia che quindi può essere acquistata a cifre intorno ai 100 euro come nel caso del Bontrager Quantum Mips. MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA bontrager quantum mips UN ESEMPIO DI TECNOLOGIA ALTERNATIVA A MIPS: LEATT TURBINE 360° La tecnologia Turbine 360° sviluppata dal marchio sudafricano si basa sullo stesso principio di proteggere la testa dai danni causati dalla rotazione. Per ottenere ciò, la tecnologia Turbine si affida a dei particolari cuscinetti (dette “turbine”) realizzate in Armourgel. Questo polimero non-newtoniano ha la tendenza ad ammorbidirsi all’impatto assorbendo così parte dell’energia cinetica. Allo stesso tempo essendo morbido permette sia la rotazione che lo spostamento controllato della testa all’interno del casco. Poiché vari studi scientifici hanno dimostrato un'efficacia paragonabile a MIPS, anche Turbine 360° è a tutti gli effetti un'alternativa altrettanto valida. Inoltre essendo il sistema costituito da semplici punti di contatto risulta leggermente più traspirante rispetto a MIPS con un peso del tutto analogo. L’unico vero svantaggio del sistema Turbine 360° di Leatt rispetto a MIPS è solamente legato al fatto che trattandosi di un sistema proprietario, attualmente è disponibile solo sui modelli prodotti dal marchio sudafricano e quindi non condivisibile su altri.
DIVERSE TIPOLOGIE DI MIPS Il marchio MIPS attualmente mette a disposizione diverse tipologie del loro sistema di sicurezza: - MIPS ESSENTIAL CORE: si tratta della soluzione più "economica" composta dallo strato a basso coefficiente di attrito e dai lacci di fissaggio elastici. - MIPS EVOLVE CORE: E' attualmente la soluzione più diffusa che presenta un design simile al Essential Core ma con ventilazione ed ergonomia migliorate. - MIPS AIR NODE: è il più leggero dei sistemi attualmente in produzione ed è stato sviluppato per offrire le caratteristiche di MIPS senza avere aggravi di peso considerevoli. E' la soluzione più diffusa sui caschi da bici da corsa. - MIPS INTEGRA: Si tratta di una "famiglia di prodotti" progettati per essere completamente integrati all'interno del casco o all'interno della calotta (Integra, Integra Split e Integra Fuse) o dell'imbottitura (Integra TX). Queste soluzioni sono quelle più difficili da trovare sul mercato ma che offrono anche la migliore ergonomia poiché permettono al produttore di lavorare con maggior libertà sulle imbottiture del casco. MIPS TI PUÒ SALVARE LA VITA, LO DICE LA SCIENZA Esistono diversi studi che hanno dimostrato che MIPS può essere efficace nel ridurre le lesioni cerebrali causate da impatti rotazionali. In particolare, questa ricerca (qui trovate il link alla pubblicazione su PubMed) che ha preso a campione 1658 ciclisti coinvolti in incidenti stradali ha evidenziato come il rischio di subire lesioni cerebrali fosse inferiore del 40% rispetto a chi indossava un casco non dotato di MIPS. Un altro studio (qui il link alla pubblicazione su PubMed), incentrato invece sugli incidenti che avvengono sulle piste da sci, ha evidenziato come il rischio di danni da traumi cerebrali di tipo rotazionale venga ridotto del 35% e il sistema non aumenti il rischio per altre tipologie di traumi. Queste ricerche sono solo degli esempi e un'altra prova importante della qualità e dell'efficacia di MIPS risiede anche nella scelta da parte di centinaia di marchi di applicare questa tecnologia a molti dei loro caschi in tantissime discipline e in moltissimi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) utilizzati in ambienti di lavoro pericolosi. QUALI SONO GLI SVANTAGGI DI MIPS? I caschi dotati di tecnologia MIPS hanno davvero pochi svantaggi, legati principalmente a una potenziale minore traspirazione del casco e a un aggravio di peso di pochi grammi. Per quanto riguarda il costo invece, un casco MIPS può costare fino a 100 euro in più rispetto a un casco normale ma niente paura! Infatti attualmente il mercato offre una vasta scelta di marchi e modelli che adottano questa tecnologia che quindi può essere acquistata a cifre intorno ai 100 euro come nel caso del Bontrager Quantum Mips. MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA bontrager quantum mips UN ESEMPIO DI TECNOLOGIA ALTERNATIVA A MIPS: LEATT TURBINE 360° La tecnologia Turbine 360° sviluppata dal marchio sudafricano si basa sullo stesso principio di proteggere la testa dai danni causati dalla rotazione. Per ottenere ciò, la tecnologia Turbine si affida a dei particolari cuscinetti (dette “turbine”) realizzate in Armourgel. Questo polimero non-newtoniano ha la tendenza ad ammorbidirsi all’impatto assorbendo così parte dell’energia cinetica. Allo stesso tempo essendo morbido permette sia la rotazione che lo spostamento controllato della testa all’interno del casco. Poiché vari studi scientifici hanno dimostrato un'efficacia paragonabile a MIPS, anche Turbine 360° è a tutti gli effetti un'alternativa altrettanto valida. Inoltre essendo il sistema costituito da semplici punti di contatto risulta leggermente più traspirante rispetto a MIPS con un peso del tutto analogo. L’unico vero svantaggio del sistema Turbine 360° di Leatt rispetto a MIPS è solamente legato al fatto che trattandosi di un sistema proprietario, attualmente è disponibile solo sui modelli prodotti dal marchio sudafricano e quindi non condivisibile su altri.
DIVERSE TIPOLOGIE DI MIPS Il marchio MIPS attualmente mette a disposizione diverse tipologie del loro sistema di sicurezza: - MIPS ESSENTIAL CORE: si tratta della soluzione più "economica" composta dallo strato a basso coefficiente di attrito e dai lacci di fissaggio elastici. - MIPS EVOLVE CORE: E' attualmente la soluzione più diffusa che presenta un design simile al Essential Core ma con ventilazione ed ergonomia migliorate. - MIPS AIR NODE: è il più leggero dei sistemi attualmente in produzione ed è stato sviluppato per offrire le caratteristiche di MIPS senza avere aggravi di peso considerevoli. E' la soluzione più diffusa sui caschi da bici da corsa. - MIPS INTEGRA: Si tratta di una "famiglia di prodotti" progettati per essere completamente integrati all'interno del casco o all'interno della calotta (Integra, Integra Split e Integra Fuse) o dell'imbottitura (Integra TX). Queste soluzioni sono quelle più difficili da trovare sul mercato ma che offrono anche la migliore ergonomia poiché permettono al produttore di lavorare con maggior libertà sulle imbottiture del casco. MIPS TI PUÒ SALVARE LA VITA, LO DICE LA SCIENZA Esistono diversi studi che hanno dimostrato che MIPS può essere efficace nel ridurre le lesioni cerebrali causate da impatti rotazionali. In particolare, questa ricerca (qui trovate il link alla pubblicazione su PubMed) che ha preso a campione 1658 ciclisti coinvolti in incidenti stradali ha evidenziato come il rischio di subire lesioni cerebrali fosse inferiore del 40% rispetto a chi indossava un casco non dotato di MIPS. Un altro studio (qui il link alla pubblicazione su PubMed), incentrato invece sugli incidenti che avvengono sulle piste da sci, ha evidenziato come il rischio di danni da traumi cerebrali di tipo rotazionale venga ridotto del 35% e il sistema non aumenti il rischio per altre tipologie di traumi. Queste ricerche sono solo degli esempi e un'altra prova importante della qualità e dell'efficacia di MIPS risiede anche nella scelta da parte di centinaia di marchi di applicare questa tecnologia a molti dei loro caschi in tantissime discipline e in moltissimi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) utilizzati in ambienti di lavoro pericolosi. QUALI SONO GLI SVANTAGGI DI MIPS? I caschi dotati di tecnologia MIPS hanno davvero pochi svantaggi, legati principalmente a una potenziale minore traspirazione del casco e a un aggravio di peso di pochi grammi. Per quanto riguarda il costo invece, un casco MIPS può costare fino a 100 euro in più rispetto a un casco normale ma niente paura! Infatti attualmente il mercato offre una vasta scelta di marchi e modelli che adottano questa tecnologia che quindi può essere acquistata a cifre intorno ai 100 euro come nel caso del Bontrager Quantum Mips. MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA bontrager quantum mips UN ESEMPIO DI TECNOLOGIA ALTERNATIVA A MIPS: LEATT TURBINE 360° La tecnologia Turbine 360° sviluppata dal marchio sudafricano si basa sullo stesso principio di proteggere la testa dai danni causati dalla rotazione. Per ottenere ciò, la tecnologia Turbine si affida a dei particolari cuscinetti (dette “turbine”) realizzate in Armourgel. Questo polimero non-newtoniano ha la tendenza ad ammorbidirsi all’impatto assorbendo così parte dell’energia cinetica. Allo stesso tempo essendo morbido permette sia la rotazione che lo spostamento controllato della testa all’interno del casco. Poiché vari studi scientifici hanno dimostrato un'efficacia paragonabile a MIPS, anche Turbine 360° è a tutti gli effetti un'alternativa altrettanto valida. Inoltre essendo il sistema costituito da semplici punti di contatto risulta leggermente più traspirante rispetto a MIPS con un peso del tutto analogo. L’unico vero svantaggio del sistema Turbine 360° di Leatt rispetto a MIPS è solamente legato al fatto che trattandosi di un sistema proprietario, attualmente è disponibile solo sui modelli prodotti dal marchio sudafricano e quindi non condivisibile su altri.

DIVERSE TIPOLOGIE DI MIPS

Il marchio MIPS attualmente mette a disposizione diverse tipologie del loro sistema di sicurezza:
– MIPS ESSENTIAL CORE: si tratta della soluzione più “economica” composta dallo strato a basso coefficiente di attrito e dai lacci di fissaggio elastici.
– MIPS EVOLVE CORE: E’ attualmente la soluzione più diffusa che presenta un design simile al Essential Core ma con ventilazione ed ergonomia migliorate.
– MIPS AIR NODE: è il più leggero dei sistemi attualmente in produzione ed è stato sviluppato per offrire le caratteristiche di MIPS senza avere aggravi di peso considerevoli. E’ la soluzione più diffusa sui caschi da bici da corsa.

– MIPS INTEGRA: Si tratta di una “famiglia di prodotti” progettati per essere completamente integrati all’interno del casco o all’interno della calotta (Integra, Integra Split e Integra Fuse) o dell’imbottitura (Integra TX). Queste soluzioni sono quelle più difficili da trovare sul mercato ma che offrono anche la migliore ergonomia poiché permettono al produttore di lavorare con maggior libertà sulle imbottiture del casco.

MIPS TI PUÒ SALVARE LA VITA, LO DICE LA SCIENZA

Esistono diversi studi che hanno dimostrato che MIPS può essere efficace nel ridurre le lesioni cerebrali causate da impatti rotazionali.
In particolare, questa ricerca (qui trovate il link alla pubblicazione su PubMed) che ha preso a campione 1658 ciclisti coinvolti in incidenti stradali ha evidenziato come il rischio di subire lesioni cerebrali fosse inferiore del 40% rispetto a chi indossava un casco non dotato di MIPS.
Un altro studio (qui il link alla pubblicazione su PubMed), incentrato invece sugli incidenti che avvengono sulle piste da sci, ha evidenziato come il rischio di danni da traumi cerebrali di tipo rotazionale venga ridotto del 35% e il sistema non aumenti il rischio per altre tipologie di traumi.
Queste ricerche sono solo degli esempi e un’altra prova importante della qualità e dell’efficacia di MIPS risiede anche nella scelta da parte di centinaia di marchi di applicare questa tecnologia a molti dei loro caschi in tantissime discipline e in moltissimi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) utilizzati in ambienti di lavoro pericolosi.

QUALI SONO GLI SVANTAGGI DI MIPS?

I caschi dotati di tecnologia MIPS hanno davvero pochi svantaggi, legati principalmente a una potenziale minore traspirazione del casco e a un aggravio di peso di pochi grammi. Per quanto riguarda il costo invece, un casco MIPS può costare fino a 100 euro in più rispetto a un casco normale ma niente paura!
Infatti attualmente 
il mercato offre una vasta scelta di marchi e modelli che adottano questa tecnologia che quindi può essere acquistata a cifre intorno ai 100 euro come nel caso del Bontrager Quantum Mips.

MIPS: LA TECNOLOGIA CHE TI PUO’ SALVARE LA VITA bontrager quantum mips

UN ESEMPIO DI TECNOLOGIA ALTERNATIVA A MIPS: LEATT TURBINE 360°

La tecnologia Turbine 360° sviluppata dal marchio sudafricano si basa sullo stesso principio di proteggere la testa dai danni causati dalla rotazione.
Per ottenere ciò, la tecnologia Turbine si affida a dei particolari cuscinetti (dette “turbine”) realizzate in Armourgel.
Questo polimero non-newtoniano ha la tendenza ad ammorbidirsi all’impatto assorbendo così parte dell’energia cinetica.
Allo stesso tempo essendo morbido permette sia la rotazione che lo spostamento controllato della testa all’interno del casco. Poiché vari studi scientifici hanno dimostrato un’efficacia paragonabile a MIPS, Turbine 360° risulta a tutti gli effetti un’alternativa altrettanto valida.
Inoltre, essendo il sistema costituito da semplici punti di contatto, risulta leggermente più traspirante rispetto a MIPS con un peso del tutto analogo.

L’unico vero svantaggio del sistema Turbine 360° di Leatt rispetto a MIPS è solamente legato al fatto che trattandosi di un sistema proprietario attualmente è disponibile solo sui modelli prodotti dal marchio sudafricano e quindi non condivisibile su altri.

In conclusione: casco ben allacciato e prima di acquistare provate!

La tecnologia MIPS è una soluzione salva-vita ormai collaudata ed apprezzata da tutti.
Come tutte le protezioni però bisogna assicurarsi di indossare il casco nella maniera corretta e che quest’ultimo sia della taglia e della forma che si adatta meglio a noi!
Ciò implica che prima di acquistare un casco allettati solo dal prezzo o in preda alla smania di fare acquisti è sempre buona norma verificare che questo abbia la vestibilità giusta per la nostra testa!
Sicuramente avere a disposizione molti marchi che hanno deciso di applicare la tecnologia MIPS sui loro prodotti è un’ottima notizia per gli utenti finali (cioè noi). Infatti grazie a questo anche le probabilità di trovare il casco che fa più al caso nostro come calzata e fascia di prezzo aumentano.

Ovviamente occhio alle contraffazioni!

Come per tutto i prodotti oramai anche per i caschi esistono i falsi e i caschi dotati di MIPS certificati si contraddistinguono per il logo giallo MIPS presente sul casco, la targhetta stampata all’interno ma anche per i cartoncini informativi dati insieme al casco! Se i dubbi persistessero sappiate che vi basterà controllare le linee guida MIPS sul loro sito https://mipsproductguidelines.com/.

bontrager quantum mips
MIPS ci tiene particolarmente ai prodotti che adottano la loro tecnologia e per evitare la contraffazione ha inserito diversi loghi sia sulla calotta esterna che sul sistema stesso.

Se stai cercando un casco che offre la massima protezione, un casco dotato di MIPS è la scelta migliore.
Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito di MIPS all’indirizzo
https://mipsprotection.com/

Fonti articoli scientifici 

Abderezaei J, Rezayaraghi F, Kain B, Menichetti A, Kurt M.
An Overview of the Effectiveness of Bicycle Helmet Designs in Impact Testing.
Front Bioeng Biotechnol. 2021 Sep 27;9:718407. doi: 10.3389/fbioe.2021.718407. PMID: 34646816; PMCID: PMC8503260. 

Branco C, Arenas M. Selecting among
Alternative Scenarios of Human Evolution by Simulated Genetic Gradients. Genes (Basel).
2018 Oct 18;9(10):506. doi: 10.3390/genes9100506. PMID: 30340387; PMCID: PMC6210830.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SE L'ARTICOLO TI è PIACIUTO CONDIVIDILO!

Ti piace quello che facciamo?
sUPPORTACI CON UN CAFFè

Buy Me a Coffee

Condividi l'articolo!

ULTIMI ARTICOLI

Bjorn Dead Rabbit custom build swizerland svizera MTB custom artigianato
INTERVISTA DEAD RABBIT: MTB CUSTOM DALLA SVIZZERA
Leggi tutto »
Leatt Helmet 2.0
LEATT ENDURO 2.0 MTB HELMET: IL CASCO ENTRY-LEVEL DA ENDURO
Leggi tutto »
trek line elite pedals flat pedals
TREK LINE ELITE PEDALS: OK IL PREZZO É GIUSTO
Leggi tutto »
MAG Bike ethernum tecnology cane creek double barrel DB kitsuma sram bikes brose smag ASX wireless rockshox
INTERVISTA A MAG BIKE: UNA STARTUP TUTTA DA SCORPIRE
Leggi tutto »
O'NEAL protezioni casco D3O O'NEAL FURY FOX FOX PROFRAME FOX SPEEDFRAME TROY LEE DESIGN STAGE ALPINESTARS ACERBIS BODY ARMOUR 100%
LE PROTEZIONI PER DIVERTIRSI IN SICUREZZA IN MTB
Leggi tutto »