TRASMISSIONE ECONOMICA: Z-RACE + LTWOO A12

 In questo articolo vi parlerò della trasmissione economica Z-RACE + LTWOO A12 che ho avuto modo di acquistare e provare sulla mia nuova XC SP-Cycle SP-M05.

TRASMISSIONE ECONOMICA: Z-RACE + LTWOO A12 Sp Cycle SP-M05

Da qualche tempo ormai avevo il desiderio di provare una trasmissione cinese.
E quale migliore occasione se non quella di montarla sul telaio da XC in carbonio che ho acquistato da Sp-Cycle? Se interessati qui trovate l’articolo in cui parlo della bici.

La Cina è un paese che produce molta componentistica per le biciclette ed esistono aziende che stanno alzando sempre più l’asticella sui loro prodotti. Alcuni di questi parrebbero offrire una buona qualità a un prezzo molto contenuto. Potranno quindi rappresentare una valida alternativa ai marchi più noti?

Z-RACE + LTWOO A12 – INFORMAZIONI GENERALI

Decido così di acquistare da Aliexpress una trasmissione completa a 12 rapporti composta da comando e relativo deragliatore L-TWOO A12 insieme alla guarnitura e pacco pignoni Z-Race. Il costo per il gruppo completo è di appena 200 euro. A dir la verità il costo sarebbe stato inferiore ma dal momento che si sta acquistando dalla Cina bisogna considerare le spese di spedizione ed eventuali di sdoganamento.

TRASMISSIONE ECONOMICA: Z-RACE + LTWOO A12

All’anteriore ho scelto una corona da 32 denti abbinata a un pacco pignoni con dentatura 11-13-15-17-19-21-24-28-32-36-42-50 che offre una gamma di rapporti adeguata per un uso molto pedalato con qualche dislivello.

I pesi dei singoli componenti sono:

  •  comando e cavo 140g
  •  deragliatore  285g    
  • guarnitura completa  690g   
  •  pacco pignoni  575g
  • catena  270g

Si arriva così ad ottenere una trasmissione dal peso di  circa 1960 grammi.

IL GRUPPO – I COMPONENTI Z-RACE

La guarnitura Z-RACE Hardrock appare fin da subito robusta e ben rifinita.
Le pedivelle, come lo spider, sono in allumino lavorate al Cnc e hanno un’estetica molto gradevole, le tolleranze sono perfette e non ho riscontrato alcun difetto di verniciatura.
La guarnitura mutua l’architettura dal sistema DUB di Sram con la ghiera del precarico e la pedivella che si innesta sul perno tramite una vite; a renderla invece differente è il perno di soli 24 mm e l’interfaccia con profilo esagonale, soluzioni non condivise dalla casa americana.

TRASMISSIONE ECONOMICA: Z-RACE + LTWOO A12
TRASMISSIONE ECONOMICA: Z-RACE + LTWOO A12

 

Lo spider, con giro bulloni da 104 (uno standard abbastanza superato), ha un offset di 6 mm adatto per mozzi non-Boost. Infatti una volta installata la guarnitura su un telaio con battuta da 148 mm la linea catena è di appena 49 mm (misurati) portando così la corona pericolosamente vicina ai foderi inferiori, tanto che li sfiora e addirittura va a toccarli durante l’uso.

UNA XC DALLA CINA Sp Cycle SP-M05
la linea catena a 49 mm non è sufficiente per il telaio Boost che ne richiede 52

Il venditore non ha esplicitato che la guarnitura fosse pensata per mozzi da 142 mm (non-Boost). Per ottenere la linea catena corretta ho sostituito l’intero blocco spider/corona con una corona Sram con offset +3 mm. La sostituzione è stata facile poiché la guarnitura usa lo standard direct mount rendendola compatibile con molte corone sul mercato.

La cassetta del pacco pignoni invece usa una dentatura 11-50 ed è compatibile con i corpetti HG. Esiste anche la versione per corpetto XD che permette di avere i pignoni 10 e 52.

TRASMISSIONE ECONOMICA: Z-RACE + LTWOO A12
gli ultimi due pignoni sono in alluminio 7005, una soluzione che anche altri produttori adottano per contenere i pesi

 

TRASMISSIONE ECONOMICA: Z-RACE + LTWOO A12 catena YBN/SUMC
la catena è brandizzata Z-RACE ma prodotta da YBN/SUMC

COMANDO E CAMBIO LTWOO A12

Veniamo ora al fiore all’occhiello di questo gruppo: il deragliatore prodotto da L-TWOO e il suo comando.

dettaglio comando L-TWOO A12
dettaglio deragliatore L-TWOO A12

Zuhai LTWOO Sport Technology Co.

Meglio nota come L-TWOO è un’azienda cinese nata nel 2016 che conta già una vasta gamma di deragliatori e comandi nel suo arsenale, sia per gruppi strada che MTB, e che mira ad occupare un posto sempre maggiore nel mercato nazionale ed estero.

Il comando è il modello AT12, realizzato interamente in alluminio appare strutturalmente solido e ben fatto. Utilizza un rapporto di tiraggio cavo 1:1 e i trigger hanno una risposta pronta all’azionamento. Apprezzabile la fettuccia in gomma che sollevata rivela l’alloggiamento del cavo rendendo molto semplice la manutenzione.

 

dettaglio comando
dettaglio del comando L-TWOO A12

Di questo componente purtroppo non ho apprezzato la scarsa ergonomia dei grilletti. 
Il grilletto superiore
, che serve a richiamare la catena sui pignoni più piccoli, si aziona solo a spinta. Risulta quindi leggermente scomodo da azionare poiché scompare sotto il manubrio e avrei preferito poterlo tirare verso di me facilitando il gesto, come permettono altri marchi. 
I
l grilletto inferiore invece risulta leggermente duro da spingere  portando facilmente all’indolenzimento del pollice dopo alcuni utilizzi.
Questi che ho citato sono dei
dettagli “trascurabili” se le cambiate avvengono con bassa frequenza come su un percorso pianeggiante, ma in contesti di sali e scendi potrebbe non piacere a tutti. In ogni caso il comando funziona bene e fa il suo dovere.

Il comando è solo una parte perché della trasmissione e il resto lo fa il deragliatore RD-A12-AT-G.
Sul lato estetico direi che ci sono pochi dubbi: è un prodotto che si fa subito notare.
Il quadrilatero in alluminio nero lucido con particolari oro fanno una piacevole accoppiata con la gabbia esterna in fibra di carbonio, una soluzione che non si vede spesso.

dettaglio deragliatore L-TWOO A12
LTWOO A12 Z-Race trasmissione economica cambio AT12

Il deragliatore ha i classici registri di fine corsa H, L e la regolazione del B-gap e, cosa molto strana,  è sprovvisto di un sistema di tensionamento della catena (clutch), inseribile e modulabile come sui modelli Shimano e Microshift o visibile come sui modelli Sram.
Il deragliatore ha infatti una “durezza” già impostata di fabbrica che mantiene la catena molto stabile quando ci si trova ad azionare il cambio marcia sullo sconnesso.

COME SI COMPORTA L-TWOO A12 IN AZIONE?

Avendo provato questa trasmissione cinese devo dire che si comporta piuttosto bene e non noto a primo impatto una grande differenza con altri gruppi. Chiaramente a trasmettere il feeling sono soprattutto il deragliatore e il comando L-TWOO, mentre la guarnitura e il pacco pignoni passano in sordina perché hanno un ruolo anonimo (ma se nulla scricchiola o si muove è un buon segno, no?).
Da possessore, riconosco subito la sensazione di cambiata che può ricordare vagamente un gruppo Sram

In pianura la performance è molto buona anche sullo sconnesso la catena rimane ben tesa senza troppe oscillazioni e assicura delle cambiate molto precise. Si può scalare marcia rapidamente se si preme grilletto inferiore fino in fondo, facendo saltare alla catena  4 pignoni alla volta. 

In salita invece la questione è leggermente diversa. Ho notato che su pendenze dolci si riesce ad inserire bene le marce agili senza difficoltà. Mentre quando le pendenze si fanno più impegnative, forse complice la pedalata lenta e la cambiata leggermente in ritardo che non riesce ad accompagnare correttamente la catena, il deragliatore tende a “puntare”. Così se ci si ritrova ad affrontare un muro improvviso sarà meglio avere già inserito un rapporto medio-agile altrimenti si potrebbe rischiare di perdere il pedale e bloccarsi. Chiaramente è impensabile poter far fare alla catena dei salti di rapporti molto ampi, ma in contesti alpini è un’eventualità che potrebbe accadere più frequentemente di quel che si pensa.foto che mi ritrae sulla bici equipaggiata con qesto gruppo mentre affronto una salita

Un altro difetto che ho riscontrato è che pedalando all’indietro, quando sono impegnati i pignoni più grandi, la catena potrebbe deragliare dopo mezzo giro. Una cosa non proprio piacevole se ci si trova in un punto tecnico della salita in cui serve riequilibrare il peso sui pedali per proseguire. Anche regolando la vite del B-gap non sono riuscito a risolvere il problema.
Comunque in generale posso dire che funziona meglio di quel che mi aspettassi, e dopo un po’ di pratica ho imparato a conoscerlo e assecondarlo.

LO CONSIGLIEREI?

Con alcune uscite all’attivo in cui ho provato questa trasmissione su diversi fondi e dislivelli devo dire che è un gruppo onestodal funzionamento abbastanza buono e dall’estetica davvero accattivante che non sfigura di certo.
Nulla però che faccia gridare al miracolo dato che esistono gruppi con caratteristiche superiori disponibili per cifre di poco più alte. Purtroppo l’importazione dalla Cina è fortemente penalizzata da dazi doganali e tempistiche elevate annullando di fatto il vantaggio che si avrebbe nell’acquisto di prodotti a un simile prezzo.

E’ una trasmissione che vedrei bene per equipaggiare bici da trekking o una MTB “muletto” il cui utilizzo prevede un uso meno agonistico in cui la precisione e completa affidabilità contano molto meno. Tuttavia possederne uno si tratterebbe soprattutto di uno sfizio.
Ritengo importante menzionare il fatto che
L-TWOO e Z-RACE sono aziende i cui prodotti sono ancora venduti esclusivamente in Cina pertanto per degli eventuali ricambi come comando, deragliatore e movimento centrale sarà necessario aspettare lunghi tempi di consegna (almeno 1 mese ) oltre a una maggiorazione del prezzo dovuta alla spedizione

Ne vale quindi la pena per noi europei? Probabilmente no.

Se invece voleste anche voi sperimentare un gruppo “esotico” allora resterete piacevolmente sorpresi per il rapporto qualità/prezzo che offre.
Se state cercando un prodotto dal funzionamento quasi perfetto e che abbia una facile reperibilità di ricambi ovviamente questo è meno indicato per i motivi sopra elencati.

La mia volontà di provare una trasmissione cinese è per contribuire a diffondere qualche informazione in più su questi prodotti. Prodotti che sono ancora poco conosciuti nel nostro mercato ma che lo vogliamo o no compaiono molto spesso nelle pubblicità consigliate sui social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SE L'ARTICOLO TI è PIACIUTO CONDIVIDILO!

Ti piace quello che facciamo?
sUPPORTACI CON UN CAFFè

Buy Me a Coffee

Condividi l'articolo!

ULTIMI ARTICOLI

Bjorn Dead Rabbit custom build swizerland svizera MTB custom artigianato
INTERVISTA DEAD RABBIT: MTB CUSTOM DALLA SVIZZERA
Leggi tutto »
Leatt Helmet 2.0
LEATT ENDURO 2.0 MTB HELMET: IL CASCO ENTRY-LEVEL DA ENDURO
Leggi tutto »
trek line elite pedals flat pedals
TREK LINE ELITE PEDALS: OK IL PREZZO É GIUSTO
Leggi tutto »
MAG Bike ethernum tecnology cane creek double barrel DB kitsuma sram bikes brose smag ASX wireless rockshox
INTERVISTA A MAG BIKE: UNA STARTUP TUTTA DA SCORPIRE
Leggi tutto »
O'NEAL protezioni casco D3O O'NEAL FURY FOX FOX PROFRAME FOX SPEEDFRAME TROY LEE DESIGN STAGE ALPINESTARS ACERBIS BODY ARMOUR 100%
LE PROTEZIONI PER DIVERTIRSI IN SICUREZZA IN MTB
Leggi tutto »