DA BRENTONICO ALL’ALTISSIMO E RITORNO

La zona dell’Alto Lago è un vero paradiso per chi pratica all-mountain. Uno degli itinerari più interessanti e piacevoli è sicuramente quello proposto dal Blog Enduro Senza Fretta dal titolo “Alla conquista dell’altissimo da Brentonico tutto pedalato”.

Da brentonico all'altissimo e ritorno

Si tratta di un itinerario ad anello di circa 29km con 1500mt di dislivello che parte da Brentonico (TN) e arriva in cima fino a Rifugio Altissimo Damiano Chiesa passando per gli impianti sciistici della frazione di San Valentino nel comune di Brentonico (TN).

Da Brentonico all'altissimo andata e ritorno

LA SALITA DA BRENTONICO ALL’ALTISSIMO

Si parte da Brentonico (TN) e ci si porta in direzione Frazione San Giacomo di Brentonico (TN) seguendo una mulattiera che presenta picchi di pendenza intorno al 15/17%. Una volta raggiunta la frazione ci si immette sulla Strada Provinciale Sp3 in direzione della frazione di San Valentino. Da qui si ritorna ad assaggiare la terra su una mulattiera che passa da Corna Piana e Malga Bes. Sentiero molto facile da pedalare ad eccezione del tratto finale estremamente ripido con picchi superiori al 20%. Un paesaggio tipicamente alpino con caproni e mucche ci accompagna fino al rifugio Graziani a 1620mt di quota e ripaga ampiamente gli sforzi.

Da Brentonico All'altissimo Malga Bes Corna piana
Malga Bes direzione Rifugio Graziani Monte Altissimo
 

 Da Rifugio Graziani si intraprende una strada militare, la SAT633. Sebbene l’aspetto suggerisca il contrario, questa strada dalla carreggiata larga e ricca di tornanti è un avversario ostico: il fondo ghiaioso e la pendenza costante compresa tra il 12 e il 17% la rendono una degna avversaria per il fiato e le gambe.

 

SAT633 Rifugio Graziani Rifugio Altissimo Monte Altissimo Nago
 
Dopo 4km di agonia, quando la motivazione sta per svanire si scorge il Rifugio Altissimo.
La vista dalla fortificazione sul monte Altissimo ripaga ogni sforzo fatto fino a questo momento.
Rifugio Altissimo Nago Monte altissimo, Da brentonico al monte altissimo

Cenni Storici

La fortificazione Austro-Ungarica è un’opera rimasta incompiuta. Iniziata nel 1914 e mai conclusa per via della conquista dell’Altissimo da parte del Battaglione Alpini di Verona. Doveva fare parte dello sbarramento della Val D’Adige insieme ai forti sul Monte Zugna e sul Monte Vignola.
(fonte www.trentinograndeguerra.it e www.fortificazioni.net)

LA DISCESA DALL’ALTISSIMO A BRENTONICO

Dopo un riposino con vista Lago ci si direziona verso Nord-est sulla Alta Via del Monte Baldo. Il sentiero taglia diversi pascoli e ci porta in direzione Malga Campo seguendo il Segnavia 622. Si tratta di un segmento in cui si affronteranno linee in leggero Freeride ma sarà facile orientarsi grazie alla presenza di evidenti segni di passaggio (sia umano che faunistico).

Giunti a Malga Campo si imbocca il Sentiero 650 in direzione Rifugio Malga Campei.
Qui si faranno adrenalinici passaggi a mezza costa molto stretti e poco adatti a chi soffre di vertigini ammirando la Val d’Adige da una posizione privilegiata. Il segmento esposto è lungo circa 1,4km e inizia dopo una costruzione diroccata. 

sentiero 650 rifugio malga campei rifugio malga campo monte altissimo

Il livello tecnico richiesto dal sentiero non è elevato ma bisogna prestare la massima attenzione poiché è molto facile fare errori con il rischio di pesanti conseguenze.
Una volta tornati sotto i 1600mt di quota si ritorna in un ambiente boschivo e si raggiunge Rifugio Malga Campei.

sentiero 650 rifugio malga campo rifugio malga campei Monte altissimo

Dal Rifugio Malga Campei si imbocca il Sentiero delle Oche per tornare rapidamente a Piani di Festa sopra Brentonico. Il sentiero è prettamente boschivo con segmenti molto veloci e divertenti interrotti da qualche curva e punti tecnici. 

 

sentiero delle oche Piani di Festa rifugio malga campei rifugio malga campo monte altissimo
sentiero delle oche Piani di Festa rifugio malga campei rifugio malga campo monte altissimo
sentiero delle oche Piani di Festa rifugio malga campei rifugio malga campo monte altissimo

CONSIDERAZIONI E CONSIGLI ITINERARIO DA BRENTONICO ALL’ALTISSIMO E RITORNO

Sotto il profilo dell’impegno fisico il percorso risulta costituito da una lunga salita in cui si affrontano due ostici segmenti di 4km l’uno con una pendenza media che può intimorire. Il fondo, specialmente sulla
SAT633, molte volte non aiuta a preservare le energie.
L’ascesa è di quasi 1500mt in 18km mentre la discesa, della durata di circa 11km, risulta interrotta al km 20 da uno strappo in salita in cui, per stanchezza, pendenza e fondo si potrebbe essere costretti a scendere dalla bici. L’altitudine massima che si raggiunge è di 2079mt (Rifugio Altissimo di Nago).

Sentiero delle Oche Brentonico Monte Altissimo

komoot profilo altilometrico monte altissimo brentonico
Profilo altimetrico dell’itinerario. Fonte Komoot

Sicuramente è un itinerario molto interessante che regala paesaggi mozzafiato e punti adrenalinici. Sebbene il livello tecnico richiesto dal percorso non sia elevato, come in qualsiasi itinerario montano richiede in diversi punti attenzione e prudenza. La salita con una MTB da All Mountain/Enduro
può risultare sfiancante specialmente per i meno atletici e i quasi 1500mt di dislivello totale certamente non sono pochi.
Durante il periodo estivo consiglio vivamente di sfruttare il più possibile le fontanelle presenti all’inizio della salita in località Festa, in località Frazione San Giacomo e lungo la SP3 prima di salire per Malga Bes (oltre una birretta “d’obbligo” al Rifugio Altissimo).
Se volete qualche consiglio per affrontare la salita vi rimando a questo articolo.

Rifugio Altissimo di Nago

Ringrazio Enduro Senza fretta per portare questi magnifici itinerari sul loro Blog e vi rimando al loro sito per ulteriori dettagli e per la traccia.
https://endurosenzafretta.blogspot.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SE L'ARTICOLO TI è PIACIUTO CONDIVIDILO!

Ti piace quello che facciamo?
sUPPORTACI CON UN CAFFè

Buy Me a Coffee

Condividi l'articolo!

ULTIMI ARTICOLI

Bjorn Dead Rabbit custom build swizerland svizera MTB custom artigianato
INTERVISTA DEAD RABBIT: MTB CUSTOM DALLA SVIZZERA
Leggi tutto »
Leatt Helmet 2.0
LEATT ENDURO 2.0 MTB HELMET: IL CASCO ENTRY-LEVEL DA ENDURO
Leggi tutto »
trek line elite pedals flat pedals
TREK LINE ELITE PEDALS: OK IL PREZZO É GIUSTO
Leggi tutto »
MAG Bike ethernum tecnology cane creek double barrel DB kitsuma sram bikes brose smag ASX wireless rockshox
INTERVISTA A MAG BIKE: UNA STARTUP TUTTA DA SCORPIRE
Leggi tutto »
O'NEAL protezioni casco D3O O'NEAL FURY FOX FOX PROFRAME FOX SPEEDFRAME TROY LEE DESIGN STAGE ALPINESTARS ACERBIS BODY ARMOUR 100%
LE PROTEZIONI PER DIVERTIRSI IN SICUREZZA IN MTB
Leggi tutto »